ARCHEOLOGIA VESUVIANA

a cura della Prof.ssa Luciana Jacobelli
docente di Antichità Pompeiane Università Milano- Bicocca

Contenuto
Il corso, composto da tre lezioni per settimana (per un totale di sei lezioni) permetterà di acquisire conoscenze archeologiche, storiche, artistiche e socio-culturali dell’area archeologica vesuviana.
La metodologia didattica prevede, oltre alle lezioni frontali, delle esercitazioni volte all’acquisizione della metodologia dello scavo archeologico, anche attraverso un cantiere di scavo simulato, a cui seguiranno dei sopralluoghi in zone di scavo.

In breve i temi specifici trattati saranno:
– Le città romane dell’area vesuviana
– Le forme dell’abitare: domus e villae
– Pompei: organizzazione politica, società ed immagini urbane
– Le attività produttive, i commerci e i mestieri
– La pittura pompeiana
– I Romani in vacanza: turismo e ville sulla costa campana
– Le scoperte di Ercolano, Pompei, Stabiae nel XVIII secolo e loro ripercussioni sulla società e sull’arte dell’epoca
– La nascita dell’archeologia e le nove tecnologie ad essa applicate – L‘eruzione del Vesuvio del 79 d.C

Le lezioni saranno corredate dalla proiezione di power-point, filmati e ricostruzioni virtuali volti a illustrare la realtà archeologica dei siti e dei monumenti in esame e del loro contesto culturale e ambientale. Verranno inoltre distribuite copie fotostatiche relative a piante e assonometrie del monumenti più significativi e più diffusamente trattati durante le lezioni.

Obiettivi
– Acquisire conoscenze archeologiche di base sulla civiltà romana nel contesto della cultura mediterranea, con particolare riguardo alla vita quotidiana e al turismo nel mondo antico e ai fenomeni di continuità folcloristica e turistica
– Acquisire conoscenze di base sullo stato della ricerca archeologica oggi
– Acquisire competenze specifiche relative ad alcuni siti archeologici della Campania
particolarmente significativi per importanza storica, culturale, turistica
– Acquisire competenze sull’analisi dei rapporti tra sito archeologico, territorio, sistema
turistico locale ed eventi culturali e spettacolari.

I laboratori prevedono inoltre un primo approccio scientifico ai reperti archeologici, loro riconoscimento e schedatura.