educazione_civica-acustica-fondazione-ras

Educazione Civica Acustica

Il progetto, promosso dalla Fondazione Restoring Ancient Stabiae, intende portare all’attenzione di docenti e discenti un settore dell’educazione civica fino ad ora poco esplorato, ovvero
l’ educazione civica acustica.
L’assoluta novità è data dal particolare approccio alla materia, che in sintonia con quanto affermato dalla legge quadro n. 447/1995 art. 2 sull’inquinamento acustico, si basa sulla comprensione delle fonti causa di rumore e fastidio per l’orecchio umano e per la psiche dell’individuo e sulla convinzione che gli antichi suoni rappresentino parte del patrimonio culturale immateriale e pertanto, meritevoli di azioni di tutela, salvaguardia e valorizzazione al pari del patrimonio materiale.

“Ogni luogo al mondo ha il suo specifico paesaggio sonoro. Alcuni luoghi in Italia conservano un ambiente antico, arcadico, immutato dai tempi dei Romani, degli Etruschi e in certi casi sin dalla preistoria.”

Nell’ambito dell’Educazione civica acustica, nasce
ANTICHI PAESAGGI SONORI, un progetto che ha che ha come obiettivo quello di far riconoscere e comprendere l’unicità e la peculiarità del paesaggio sonoro, attraverso attività didattiche fondate su un’affascinante percorso che lega il patrimonio degli antichi suoni ai luoghi della cultura, presso i quali essi hanno avuto origine, insegnando ad identificare il paesaggio sonoro di un luogo e a riconoscerlo, quindi, rivalutando, salvaguardando e sviluppando i suoni della natura e i suoi silenzi. Si tratta di suoni terapeutici, già indicati come tali negli antichi scritti latini, che Ovidio, Plinio e Virgilio descrivono come paesaggi rigeneranti, suoni rilassanti e rivitalizzanti, silenzi salutari, canti di uccelli e grilli nelle Ville dell’ Ozio di Stabiae e Oplontis in contrapposizione con i suoni di strada, i rumori del traffico e le urla dei venditori di Pompei ed Ercolano.

Onlus foundation

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Youtube